Questo sito o i servizi terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o continuando la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

tamburi.jpg

Un Palio senza Tempo

Dicono che il Palio di San Secondo rievochi i fatti successi in paese nel 1523. Forse è vero... anche se per chi lo fa il Palio, per chi lo vive, il Palio non ha tempo. Per qualche giorno i ritmi e i tempi che regolano la vita di tutti sono sconvolti. SI mangia quando capita, si beve tanto e si dorme poco. I ritmi sonno/veglia sono completamente sballati e le poche ore che ci si concede al sonno sono spesso travagliate da agitazioni varie incrementate dall'alcol.
È bello vivere il Palio e non avere tempo. Quest'anno però, ne è mancato un altro di tempi. Il tempo sulle tornate al campo.
Siamo bene consapevoli che dopo tutto quello che è successo, l'eliminazione del tempo era la cosa più semplice e migliore per tutti. Non lo neghiamo, anzi... per fortuna che si è potuta fare! Crediamo però che sia stato evidente che una giostra senza tempo, non è ripetibile, né soprattutto rivedibile! Ma a questo punto veniamo a noi. Seppure nel più brutto Palio della storia, la contrada Prevostura esce dal campo sconfitta!

 

Non cerchiamo scusanti e non neghiamo che la vittoria ai rivali biancorossi ci bruci più di ogni altra cosa. Saremmo ipocriti a pensare a dire il contrario. Però crediamo fermamente che la Prevostura, esca da questo Palio con la testa altissima e se possibile anche rafforzata. I motivi che a sangue tiepido, ci spingono a esclamare queste cose sono presto detti :

La Prevostura e il Popolo Bianconero, hanno avuto un ruolo fondamentale nella battaglia "politica" di venerdì notte e sabato mattina per cercare a tutti i costi di correre il Palio. Non eravamo da soli certo, ma il nostro fervore forse ha trascinato qualcun altro e comunque, il NON vedere presenti alcune contrade non è stato un bel messaggio secondo noi.

La Prevostura e la sua Piazzetta, sabato sera hanno messo a cena 300 persone alle 21.40 e a mezzanotte e 30 è stata servita la torta. Nel frattempo, premiazioni, intrattenimento e divertimento per tutti. Alle 2.30 di notte, i posti erano ancora quasi tutti occupati, le casse spingevano a bomba e le nostri voci erano ancora alte. Scusateci se abbiamo svegliato qualcuno che già dormiva da un po'. Grazie ragazzi, grazie commissione cucina!!!

La Prevostura e i suoi musici, escono vincitori dallo spettacolo al campo. Purtroppo il vento ha molto penalizzato le nostre ragazze. Riguardando i filmati, siamo stati gli unici che hanno tentato lanci scambiati ad almeno 10 metri e con due bandiere in mano. A differenza di chi ha steso in terra un tendone colorato, solo per capire in quale posizione mettersi. Quest'anno anche il paese ci ha dato ragione, i commenti sono abbastanza lineari su questa cosa per fortuna. Onore alle ragazze biancorosse, come primo spettacolo meritano il nostro rispetto e crediamo che negli anni futuri la vera sfida sarà con loro. Comunque al campo Bravi ragazzi, fantastiche ragazze!!

La Prevostura e il suo cavaliere Luca Pizzi, escono ultimi classificati dal campo, ma consapevoli di aver giocato onestamente e di aver dato spettacolo. Un giro sotto i 40 non l'ha fatto nessuno. Noi ne abbiamo fatti 3. Certo, non serve a niente e Luca comunque non ha fatto una bella prestazione, ma meglio perdere questo Palio in questo modo che perderne un altro normale o perdere addirittura girando in un minuto e 10. E Non pensiamo solo a Lionetti ma anche ad altri cavalieri più blasonati e conosciuti a san secondo. Comportamento che crediamo vergognoso. Rimane la soddisfazione di aver rischiato un cavallo esordiente (Notti Bianche, purosangue inglese di 5 anni) che alla sua prima giostra assoluta si è comportata in modo fantastico. Crediamo che il suo nome entrerà presti nell'albo d'oro a San Secondo.

Per questi motivi, usciamo sconfitti, ma la ferita brucia meno di tutte le altre 19 che nel corso della storia abbiamo raccolto. Il Popolo Bianconero stavolta non salta, ma guarda in alto, guidato da 60 mongolfiere, pieno di speranza e di fiducia. Prossima fermata 30 giugno, 1 luglio, piazza della Rocca "tutti pazzi x la torta fritta in piazza". Altri 3 giorni di lavoro, amicizia e divertimento. Altri 3 giorni senza tempo. Stavolta per fortuna, solo in termini di sonno.